in , , ,

Colpo di scena

I Maneskin non hanno vinto X Factor 11

x factor vincitore finale

Signori e signori ieri sera (14 novembre) è andata finalmente in onda la finale di X Factor 11.

Lontana anni luce dalle immense e scoppiettanti soddisfazioni che la fiaschetta di Arisa ci ha regalato lo scorso anno, questa edizione è stata piuttosto piatta e noiosa tranne per il risultato finale, che ha decretato la vittoria inaspettata di Lorenzo Licitra sui superfavoriti Maneskin. Ma vediamo cosa è successo…

Pubblicità

Dopo un’introduzione animata da un fintissimo pathos, sul palco del Mediolanum Forum si sono presentati i quattro finalisti accompagnati dagli ormai ignoti vincitori della scorsa edizione: i Soul System.

Il meccanismo della serata non si è discostato molto da quello dell’anno scorso, anche se in ordine sparso: nella prima manche i quattro reduci hanno duettato con James Arthur, nella seconda sono stati riproposti dei medley dei pezzi migliori realizzati durante i live, mentre nell’ultima sfida a due è toccato agli inediti.

Non conoscendo per niente la discografia di James Arthur le canzoni proposte ci sono sconosciute (Naked con Samuel Storm, Impossible con Lorenzo Licitra, Prisoner con i Maneskin e Say You Won’t Let Go con Enrico Nigiotti), ma possiamo dire tranquillamente che da questa prima manche ne è uscito a testa alta solo lui.

Dopo i duetti a catena Arthur che non vedeva l’ora di andarsene, interrompe Alessandro Cattelan che intanto era partito col pippone dei ringraziamenti.

Per dilungare la broda sul palco di X Factor approda Tiziano Ferro, che canta Il Mestiere Della Vita e L’Amore è Una Cosa Semplice. Noi speravamo in una rissa con Fedez visto il cattivo sangue che corre tra i due, ma purtroppo si ignorano.

Il primo concorrente a salutare la finale è ovviamente Samuel Storm, lasciando Fedez senza concorrenti in gara. Lui per una volta nella vita non è nemmeno tanto dispiaciuto, felice di liberarsi della peggior spina nel c**o mai approdata nella sua squadra.

La seconda manche prende il via nel segno dei medley. Damiano e i suoi Maneskin convinti ormai di vincere, piazzano la triade Beggin’- Take Me OutSomebody Told Me risfoderando il tanto amato palo da pole dance.

Lorenzo Nigiotti ormai è come un ospite internazionale brutto, per cui per noi è pausa bagno.

Convinto di essere il prossimo a lasciare il programma Licitra si riscatta da tutta la sua inutilità e piazza un colpo mancino con una potentissima versione di Who Wants To Live Forever, facendoci dimenticare le due canzoni precedenti.

Ma ecco che arriva il momento più atteso da Gabriele Esposito: Ed Sheeran, che propone prima la hit Shape Of You e poi il suo ultimo noiosissimo singolo fotocopia di tutti gli altri: Perfect.

Attenzione: oggi esce pure la versione italiana orchestrale con Andrea Bocelli, roba che Non Puoi Lasciarmi Così dei Backstreet Boys levati.

Al secondo verdetto partono i tappi dello spumante: Enrico Nigiotti ci lascia o almeno dovrebbe farlo, ma siccome è il bff della Maionchi, si prende pure la libertà di ringraziare per mezz’ora amici e parenti e di cantare un pezzo del suo inedito.

Ultima manche. Licitra è carico a molla, ma il suo inedito rimane il più brutto della storia di tutte le edizioni di X Factor.

I Maneskin si esibiscono con la loro Chosen: il pubblico è in visibilio e loro giustamente si sentono la vittoria in tasca.

Nell’attesa, il malefico Cattelan li pompa fino alla fine comunicandogli la vittoria del disco d’oro, ma per loro non c’è trippa per gatti.

A vincere l’ undicesima edizione di X Factor è il do di petto di Lorenzo Licitra, di cui molto probabilmente (come lo stesso programma insegna) l’anno prossimo non si ricorderà più nessuno.

Caricamento…

jurassic world 2 trailer

Jurassic World: Chris Pratt ritrova Blue nel primo trailer italiano

Golden Globes 2018: vincitori e vinti