A Modena insegnano il sesso alle elementari

Disagi scolastici

educazione sessuale scuola modena

Sta facendo molto discutere l’iniziativa di una maestra delle scuole elementari Sant’Agnese di Modena di distribuire ad alunni di 10 anni testi e illustrazioni con spiegazioni dettagliate del rapporto sessuale tra un uomo e una donna.

Dopo alcune polemiche rimbalzate in rete, la dirigente scolastica Maria Tedeschi e il presidente del comitato genitori Alessandro Dotti hanno diffuso una nota per difendere l’operato dell’insegnante: “La lezione di educazione all’affettività che pare aver turbato un genitore era stata richiesta alle docenti dai genitori stessi in più occasioni.”

Pubblicità

Okay…

L’ordinamento scolastico italiano prevede lo studio del corpo umano durante l’ultimo anno della scuola primaria, ma non “lezioni di educazione all’affettività”.
In verità, in queste illustrazioni non si parla propriamente di “affettività” (sentimenti ed emozioni) e nemmeno di riproduzione (basterebbe includere l’argomento nello studio del corpo umano), ma viene semplicemente descritto l’atto sessuale tra un uomo e una donna (e perché non anche tra persone dello stesso sesso?) edulcorando il tutto con riferimenti a mamma e papà.

I disegni inoltre mostrano l’uomo in una posizione dominante rispetto alla donna. Una raffigurazione che inculca comunque una visione distorta e soggettiva dell’affettività. Non c’è poesia in tutto questo.

All’uomo manca solo la sigaretta in bocca post-coito per differenziarlo dalle classiche immagini stereotipate che si possono trovare in tanti fumetti e fotoromanzi.

Alcuni chiamano questi movimenti “fare l’amore”…

“Allora il pene dell’uomo diventa grande e duro e la vagina della donna si inumidisce: per tutti e due è molto bello quando la donna fa penetrare il pene rigido dell’uomo nella sua vagina. I due lo fanno muovere avanti e indietro nella vagina e provano un piacere intenso. […] Alcuni chiamano questi momenti “fare l’amore”, ma a seconda dei Paesi si chiama in tanti altri modi”.

Siamo quindi arrivati al punto di insegnare ai bambini come si fa sesso… e non a quello di spiegare ai tredicenni cosa fare per non ritrovarsi un giorno protagonisti di “16 anni e incinta“.

Insomma, questa “lezione” sembra più utile ai genitori, tolti dall’impegno e dall’imbarazzo di dover dare risposte ai propri figli più curiosi, piuttosto che ai bambini stessi, che a quell’età hanno il diritto di immaginare, ricercare e sperimentare la propria affettività prima di arrivare ad avere rapporti sessuali completi.

L’affettività è come la felicità. La teologa tedesca Dorothee Solle disse che non spiegherebbe a un bambino che cos’è la felicità. “Non glielo spiegherei, gli darei un pallone per farlo giocare“.
Oggi la stessa domanda andrebbe rivolta ai bambini delle scuole elementari di Modena: Come spieghereste l’affettività ad un adulto?. Non glielo spiegherebbero, gli darebbero delle fotocopie.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

Tidal rivela 4:44, con Mahershala Ali, Lupita Nyong’o e Danny Glover

lorde tour mondiale

Lorde ha annunciato il Melodrama World Tour