in

Donald Trump critico musicale: il video di Snoop Dogg non gli è piaciuto

snoop dogg donald trump
All’inizio di questa settimana Snoop Dogg ha rilasciato il video di Lavander, dove il rapper spara a Donald Trump. Solo che non gli ha veramente sparato… e poi non era nemmeno il vero Trump.

Il video diretto da Jesse Wellens e James DeFina infatti si svolge in una realtà parallela popolata da pagliacci, compresa la versione clownesca del Presidente, dal fittizio nome di Ronald Klump.

Sembrava una cosa innocua, anzi sembrava addirittura un video pacifista contro l’uso delle armi, ma il video di Snoop è diventato un tema caldo e Trump, che evidentemente ha tanto tempo libero, non si è trattenuto dal parlarne su Twitter

La scena che ha scatenato le ire del Presidente è all’incirca a metà del video (sotto), quando la macchina del sosia-clown di Trump viene fermata da Snoop che gli spara con una di quelle pistole da cui esce la bandierina con scritto “BANG”. Ovviamente dopo lo “sparo” Ronald non muore e il video continua.

Alle sei del mattino però l’impavido Presidente ha preso il suo smartphone e ha picchiato duro:

donald trump snoop dogg twitter

“Vi immaginate che scandalo sarebbe successo se Snoop Dogg, carriera fallimentare e tutto il resto, avesse puntato un’arma e sparato contro il Presidente Obama? In carcere!”

Proprio ieri il candidato repubblicano che aveva sfidato Trump alle primarie, Mark Rubio, ha rincarato la dose affermando che un video simile non farebbe altro che mettere in testa idee strane alla gente, tipo incoraggiare l’assassinio del presidente.

Poi è arrivato anche Michael Cohen, l’avvocato del Presidente che ha commentato la cosa come “vergognosa e meritevole di scuse”:

“È assolutamente vergognoso. Snoop deve al presidente delle scuse. Non c’è assolutamente niente di divertente in un attentato al presidente, e sono davvero sconvolto perché pensavo che lui fosse meglio di così. (…) Certamente non l’avrei accettato nemmeno se si fosse trattato del presidente Obama. In tutta onestà, non è divertente, né artistico.”

Ora, siamo certi che Snoop Dogg non volesse di certo puntare così in alto, e che magari le polemiche potrebbero non essere nemmeno tanto esagerate in un Paese come l’America dove ci sono più armi che abitanti, ma la cosa davvero divertente in tutta questa storia è che il Presidente degli Stati Uniti d’America, come primo pensiero del mattino, ha perso anche solo due minuti della suo tempo per commentare un video musicale dove un pagliaccio che gli somiglia viene semplicemente arrestato da una “Suicide Squad” di cannaioli. Domanda retorica: ma siamo seri?!

Tuttavia, capiamo la preoccupazione di Trump. Al posto suo, anche noi perderemmo il sonno dopo aver visto il video di Snoop Dogg:  Trump è il primo sostenitore della libera circolazione delle armi oltre che della sicurezza dei cittadini. Se qualche squilibrato riuscisse ad assassinarlo, questi due punti del suo programma elettorale farebbero cortocircuito.

Commenti

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
kasabian

I Kasabian annunciano il nuovo album: ascolta il primo singolo “You’re In Love With a Psycho”

clean bandit zara larsson symphony

Ci sono due gay neri nel nuovo video dei Clean Bandit: Symphony feat. Zara Larsson