in

Donne dell’est, Paola Perego ha parlato a Le Iene

paola perego le iene
Ieri sera tutte le donne dell’Europa dell’Est erano sintonizzate su Italia Uno per ascoltare Paola Perego. Una sua dichiarazione avrebbe potuto cambiare gli equilibri sentimentali di milioni di persone, anche in Svezia, perché, come abbiamo scoperto in questi giorni sui giornali, l’atlante di Paola Perego colloca la patria di Anita Ekberg ad est… di qualcosa.

La conduttrice ha parlato per la prima volta a Le Iene dopo le polemiche che in questi giorni hanno portato alla chiusura del suo “people show” Parliamone Sabato, soppresso dalla Rai in seguito all’ondata di indignazione esplosa su Twitter e non solo, scaturita da un momento di “dibattito” del programma dedicato alle donne dell’est e dal titolo: “Donne dell’est, mogli perfette o rubamariti?”

Abbiamo cercato se in qualche altra televisione pubblica del mondo sia mai andato in onda un talk show sul tema “donne italiane, mamme perfette o capimafia?“, ma purtroppo non l’abbiamo trovato. Probabilmente è andato in onda qualcosa di peggio, come la sponsorizzazione del libro di un ex galeotto figlio del capo della mafia, ma… ah già, anche questa cosa era andata in onda in Italia.

Tutto il casino era scoppiato per una ridicola grafica che mostrava un elenco, trovato su internet, dei 6 motivi per cui scegliere una fidanzata dell’est. Avrebbero dovuto almeno citare l’autore, ma purtroppo nessuno sul web si è indignato per questa violazione del diritto d’autore. È sempre spiacevole quando la gente non si indigna per qualcosa…

A giudicare dalle parole di Paola Perego sembra che la conduttrice abbia pagato per colpe non solo sue e che questa faccenda sia stata un pretesto per colpire il marito, il manager Lucio Presta:

“Mi hanno messa in mezzo, è qualcosa di molto più grande di me… hanno usato me come potevano usare forse qualcun altro. Forse è scomodo mio marito.
Loro si sono dissociati da una cosa che avevano approvato e adesso fanno la figura di quelli che stanno salvando l’Italia da questo ‘mostro’ che è sessista”

La conduttrice, in lacrime, si è detta anche dispiaciuta per il suo gruppo di lavoro rimasto senza lavoro:

“Sto male per tutte quelle persone che, fidandosi di me, mi hanno seguita in questo programma. Ora resteranno senza lavoro». Sono disorientata, questa è la parola giusta. Ancora non me ne rendo conto di quello che sta accadendo. È tutto troppo. È tutto troppo surreale. Non ho ancora metabolizzato, non riesco a capire bene che cos’è questa violenza contro di me. Una violenza terribile, brutta. Non me lo merito, io credo di essere una brava persona. Ma la mia preoccupazione, credetemi, non è per me, è veramente per tutte quelle persone che lavorano con me. Pensa che guadagnano due lire ed ora veramente avranno problemi a pagare l’affitto, perché non è che gli stipendi Rai proprio ti permettono di navigare nell’oro.”

E non ha risparmiato il gruppo dirigente della Rai, accusandolo di incoerenza e codardia:

“C’è gente che ha bestemmiato, hanno intervistato il figlio di Totò Riina facendogli l’altarino, abbiamo visto in televisione qualunque cosa. Questo era un gioco. È scoppiata la bomba, ma la bomba non c’è. Gli argomenti in Rai vengono approvati prima di essere messi in onda. Dal capostruttura, dal direttore di rete. Mi hanno approvato questo argomento e mi hanno cassato il femminicidio perché non volevano che ne parlassimo perché non era con la linea editoriale. Prima l’approvano e poi si scusano, di cosa? Ma di cosa? Ma di che stiamo parlando?.
Io l’ho rivisto tre volte quel pezzo: io ho difeso le donne come faccio sempre. Non c’è reato, non c’è il reato. È stata solo una pagina mediocre di televisione come tante altre. Non ridimensioneranno le accuse nei miei confronti perché dalle posizioni che hanno preso, è molto difficile tornare indietro e poi sono dei codardi.”

Paola Perego si è voluta scusare soltanto per una cosa detta da uno dei suoi ospiti, l’attore Fabio Testi, che in questi giorni l’ha difesa in una intervista radiofonica, ma che durante la puntata andata in onda sabato pomeriggio, oltre a correggere una gaffe della conduttrice (Anita Ekberg, donna dell’est), aveva raccontato un aneddoto legato al magico mondo dei bordelli:

“Mi vorrei scusare per la dichiarazione di Fabio Testi. Ho chiesto di non invitarlo più.”

Qui sotto potete rivedere l’intervista a Le Iene, però ci teniamo a dire una cosa a tutti gli uomini dell’est in ascolto: le donne italiane sono tutte frignone come Paola Perego, lasciatele pure a noi…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0
fedez

Fedez ha detto che fa la pubblicità delle Giravolte perché è figlio di una disoccupata

fargo 3 trailer

Ewan McGregor si sdoppia nel full trailer di Fargo 3