in

Un trattamento estetico che spopola a Hollywood fa contrarre l’HIV

Kim Kardashian durante una seduta di "vampire facial", trattamento ringiovanente
Kim Kardashian durante una seduta di “vampire facial”, trattamento ringiovanente

Un trattamento di bellezza in voga tra le star hollywoodiane fa contrarre l’HIV a due donne americane. La proprietaria del salone dovrà rispondere di ventiquattro capi di imputazione.

Maria Ramos de Ruiz, proprietaria di un salone estetico in New Mexico, è stata accusata di evasione fiscale, frode ed esercizio illegale della professione, dopo che due clienti sono risultate positive all’HIV. Le due si erano sottoposte a un “vampire facial” o “PRP”, ossia plasma ricco di piastrine. Questa pratica estetica, che costa oltre i 1500 dollari, consente di ringiovanire il volto tramite l’uso del proprio sangue. Il sangue, infatti, prelevato dal paziente, viene centrifugato e poi iniettato con dei micro-aghi. Il trattamento in sé non è particolarmente dannoso. Il problema, infatti, è sorto a causa dalla mancanza di norme igienico-sanitarie nel salone e dall’uso di aghi non sterilizzati.

Kim Kardashian, regina dei trattamenti estetici, è stata una delle prime a ricorrere al “vampire facial” nel 2013. La star, però, ha dichiarato che non si sarebbe più sottoposta a questo tipo intervento perché troppo doloroso.

IG: @alessandrolatino

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0

Chiara Nasti si sfoga e chiarisce la situazione tra lei e Nicolò Zaniolo

Ecco a quanto ammonta il patrimonio lasciato in eredità dal principe Filippo