in

The Weeknd: Starboy primo singolo con i Daft Punk

the weeknd

Proprio ieri The Weeknd aveva rivelato il titolo del nuovo album, un nuovo taglio di capelli e la copertina realizzata dal fotografo e regista Nabil. Nemmeno il tempo di farsi una dormita ed ecco che ieri notte il cantante di Toronto ha rilasciato il singolo Starboy in collaborazione con i Daft Punk.

In realtà questa collaborazione non era propriamente segreta, poiché Wendy Goldstein, il VP esecutivo e capo della sua etichetta discografica (la Repubblic Records), si era lasciata sfuggire che The Weeknd e i Daft Punk stavano lavorando insieme durante l’estate.

Starboy presenta un classico beat alla Daft Punk che si mescola alla perfezione con la voce soul di The Weeknd, così come troviamo citazioni varie: da Star Trek, ai New Edition a Brad Pitt, una vera e propria bomba di attualità data la notizia del recentissimo divorzio dell’attore dalla moglie Angelina Jolie.

“Let a nigga Brad Pitt / Legend Of The Fall, Took The Year Like a Bandit” dice paragonandosi a Pitt e confrontando il punto di svolta della stessa carriera dell’attore (che era stato il 1994 dopo Vento Di Passioni e Intervista Col Vampiro) con il suo anno dominante nelle classifiche (il 2015), dopo l’uscita del suo secondo album, Beauty Behind Madness.

Il singolo è già disponibile sullo store di Apple Music e in streaming su Spotify  mentre l’album omonimo è disponibile in pre-order su iTunes. Starboy, sarà composto da 18 tracce (una delle quali si chiamerà False Alarm) e vedrà la luce il 25 di novembre.

Ascolta qui sotto:

All’inizio di settembre, The Weeknd era stato sulla copertina del magazine VMAN e protagonista della cover story che potete leggere qui, dove intervistato da Alex Frank, aveva parlato anche dell’imminente uscita del nuovo album, delle sue influenze e tutto quello che riguarda il nuovo sound.

Una foto pubblicata da VMAN (@vman) in data:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0

X Factor 10: Dani Hoh il tormentone di Marcello Cannavò

Vittorio Sgarbi contro Swiss Air: “Non fanno cagare!”