in

John Travolta lascia Scientology dopo la morte della moglie

John Travolta
John Travolta

John Travolta si sarebbe allontanato da Scientology a seguito della recente scomparsa della moglie Kelly Preston, morta di cancro all’età di 57 anni.

Per 45 anni il divo è stato, assieme a Tom Cruise, tra gli adepti più noti della chiesa.

La moglie era la più devota tra i due, tanto che la comune appartenenza alla setta li aveva portati anche a recitare insieme nel film manifesto Battaglia per la terra, tratto dal romanzo del fondatore L. Ron Hubbard.

Secondo il Daily Mail i segnali di un allontanamento di John dal culto starebbero nel messaggio pubblicato su Instagram per annunciare la scomparsa della compagna.

La mia famiglia e io saremo per sempre grati a medici e infermieri del MD Anderson Cancer Center“, ha scritto l’attore nel messaggio di ringraziamento alla rinomata struttura texana che ha curato la moglie.

Nessun riferimento invece alla comunità religiosa che, tra le altre cose, sarebbe contraria proprio alla chemioterapia.

Scientology, infatti, riconosce il cancro come una “malattia causata da qualcosa al di fuori di una seconda dinamica o uno sconvolgimento sessuale, come ad esempio la morte di un figlio o qualche altro meccanismo in grado di condurre a una dizione nota come cancro“. Per questo, Hubbard si opponeva alla chemioterapia e alle radiazioni.

Le rivelazioni di un ex-membro

Anche Jeffrey Augustine, ex-membro della chiesa, ha voluto dire la sua sul presunto divorzio tra Travolta e la setta. Queste le sue parole:

La dichiarazione era inequivocabile nel suo sostegno per lo staff medico. Dimostra che si è allontanato da Scientology. Perdere tua moglie dopo 30 anni insiemem sarà doloroso, è umano. E in quella dichiarazione non c’è nessun riconoscimento per Scientology, David Miscavige, auditing, non c’è nulla. Ed è una presa di posizione categorica, se ne è occupato direttamente lui, è una questione personale, come a dire ‘Non ho bisogno della Chiesa’. Hanno affrontato tutto con la medicina. La situazione è stata gestita in modo davvero professionale ed elegante. Ammiro davvero questa cosa, non ha reso Scientology parte della scomparsa di Kelly. Loro avrebbero detto che la causa del Cancro era riscontrabile nella perdita di Jett e che ci sarebbe voluto un audit per affrontarla

Già nel 2009 i tabloid inglesi sospettavano di una separazione. In quell’anno era morto infatti il figlio Jett, autistico, sbattendo la testa durante una crisi epilettica. Secondo molti alla morte del sedicenne aveva contribuito il rifiuto dei Travolta di curarlo con gli anticonvulsiovanti indicati, dato che il culto non ammette che esistano disordini neurologici o che si possano trattare con farmaci.

John Travolta ostaggio di Scientology?

In realtà in passato John ha spesso ringraziato pubblicamente Scientology .”In quarant’anni Scientology mi ha aiutato a far fronte a tutti i miei lutti: mia madre, la mia fidanzata, ora mio figlio. Non mi hanno mai lasciato solo“, aveva dichiarato il 66enne durante un’intervista nel 2016.

Secondo l’ex portavoce della chiesa Mike Rinder in un’inchiesta del Daily Beast il cantante non lasciava la chiesta poichè spinto dalla moglie, fedelissima al culto.

Altri invece sostengono che Travolta fosse stato ricattato poichè, come molti altri membri celebri, l’organizzazione minacciava di divulgare alcuni suoi video intimi, probabilmente omosessuali. Il diretto interessato, però, ha sempre smentito.

Instagram/ @annalisabiasi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0
Boy band canzoni più belle di sempre

Boy band: le 10 canzoni più belle di sempre secondo Rolling Stone

Adam Levine è rasato a zero nel nuovo video “Nobody’s love”