in

Sanremo 2021: Maneskin accusati di plagio, la replica della Sony

Maneskin plagio

Non c’è Festival di Sanremo senza accuse di plagio. La canzone dei Maneskin, Zitti e buoni, assomiglierebbe ad un pezzo degli Anthony Laszlo. A far notare la somiglianza è il produttore Dade sui social.

Il brano “incriminato” sarebbe una canzone del 2015, “F.D.T. – Fuori di testa” di Anthony Laszlo (Anthony Sasso e Andrea Laszlo De Simone), pubblicato dalla etichetta indipendente Inri di Torino. Il loro produttore Dade (cofondatore, bassista e chitarrista dei Linea 77) ha postato su Instagram i ritornelli delle due canzoni, aggiungendo “Qualcosa non quadra”.

La notizia è rimbalzata durante conferenza stampa di questa mattina, ma il vice direttore di Rai Uno Claudio Fasulo ha dichiarato che al momento non sono ancora arrivate segnalazioni ufficiali ma pronti ad ascoltare chiunque lo facesse.

Come riporta Il Fatto Quotidiano, la casa discografica dei Maneskin, Sony Music Italia ha prontamente effettuato una perizia tecnica e ha reso noto quanto segue:

“In merito alle notizie emerse di una possibile somiglianza del brano dei Måneskin Zitti e buoni rispetto a un brano già edito, si evidenzia che non solo non vi è presenza di plagio melodico sulla linea vocale (quello principalmente viene tutelato dalle attuali leggi in vigore) ma non vi è neppure un plagio strumentale sulla stessa struttura armonica come si evince da perizia tecnica di Sony”.

Puoi ascoltare i due brani qui sotto. Cosa ne pensate? Ditecelo nella sezione commenti.

IG: veryinutilpeople.it

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0

Irama deve andare in quarantena: la proposta di Amadeus per evitare l’esclusione dal Festival di Sanremo

Isola dei Famosi 2021, Carolina Stramare si ritira dal reality: ecco perché