in ,

Zayn Malik contro i Grammy Awards: “Sono corrotti e razzisti”

Zayn Malik
Zayn Malik

Zayn Malik ha scritto una serie di tweet al veleno contro i Grammy Awards, con tanto di accuse di razzismo e corruzione.

In passato già altri artisti avevano riservato parole decisamente poco lusinghiere nei confronti della famosa premiazione tra cui Halsey e Bebe Rexha. Anche The Weekend, dopo essere stato snobbato, non ci è andato leggero e ha detto la sua tramite social.

Quest’anno la cerimonia è stata rimandata per via del Covid e si terrà domenica 14 marzo. Tra i performer ci saranno Taylor Swift, Billie Eilish, Cardi B, Harry Styles, Dua Lipa e tanti altri.

Le nomination sono state pubblicate mesi fa, eppure Zayn riserva ancora del rancore.

Zayn Malik contro i Grammy Awards

Nelle ultime ore, infatti, il 28enne si è scagliato contro i Grammy sostenendo che lo show sia pilotato e che gli artisti vengano presi in considerazione solo in cambio di regali e scambi di favori. Ecco il suo sfogo su Twitter:

Vaff****ulo ai Grammy e a tutti i loro associati. A meno che tu non stia lì a stringere mani e mandare regali, non prendono neanche in considerazione di darti una nomination. Il prossimo anno vi manderò una scatola di dolci. Il mio tweet non è personale, ma riguarda la necessità di inclusione e la mancanza di trasparenza nel processo di nomina che consente ai favoritismi, al razzismo e alla politica di influenzare il processo di voto

Zayn Malik via Twitter
Zayn Malik via Twitter

Effettivamente il suo ultimo disco No One Is Listening non è stato nominato in nessuna categoria, ma è pur vero che l’album è stato rilasciato all’inizio del 2021 e quindi dopo la deadline stabilita per le nomination di questa edizione.

IG: @veryinutilpeople.it

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0

Selena Gomez si ritira dalla musica? Tutta la verità su Vogue

Damiano Carrara si sposa: l’annuncio dello chef su Instagram