in

Codacons chiede le scuse di Fedez: la risposta del cantante

Fedez Codacons

Continua la faida tra Fedez e Codacons nata ieri pomeriggio sulle Instagram stories del marito di Chiara Ferragni.

Fedez ha infatti denunciato la presenza di un banner ingannevole sul sito di Codacons. Il banner in questione, infatti, invita gli utenti ad una donazione a favore della battaglia contro il Coronavirus.

Un messaggio equivocabile, che lascerebbe ipotizzare una donazione a favore di qualche ente impegnato in prima linea nella battaglia contro il virus. Ma al cantante è bastato un solo click per scoprire che la donazione era destinata al Codacons stesso.

Il rapper ha giudicato intollerabile la presenza di questo banner sul sito di chi ha avuto da ridire sulla sua raccolta fondi a favore dell’ospedale San Raffaele di Milano. Fedez ha quindi denunciato pubblicamente la poca trasparenza di Codacons, invitando chi di dovere a rimuovere quel banner dal sito. Inoltre ha accusato l’associazione di voler bloccare le raccolte fondi private destinati all’emergenza sanitaria.

Fedez contro il Codacons

«Vogliono bloccare la raccolta fondi per il coronavirus e chiedono soldi. Fermateli. La gente muore e voi chiedete i soldi per voi stessi. Dite di donare per non pagare le tasse. E questa è un’associazione parastatale che dovrebbe tutelare i consumatori?», sono state le ultime parole del rapper.

Codacons ha subito smentito le parole del cantante. A parlare è stato il presidente Carlo Rienzi, che ha subito risposto:

Fedez non ha capito niente, noi raccogliamo fondi per le denunce, diffide, ricorsi in questo momento di emergenza. Sono già 42 le cose fatte e sì, sono fondi a sostegno del Codacons, ma per l’emergenza Coronavirus. […] Abbiamo chiesto con un atto formale al governo che i soldi siano versati direttamente sul conto della Protezione Civile, perché almeno è un ente pubblico, e non si rischia che i privati non le destinino a chi devono. Le percentuali che rimangono al privato tra l’altro sono elevatissime: oltre ad un 2,9% di costi di incasso, c’è anche un sistema che individua una percentuale, indicata in una piccolissima postilla che può essere modificata ma quasi nessuno legge, che regala il 10% al privato. […] Del resto stiamo parlando di gente che passa la vita dentro un armadio o in alberghi di lusso, vendono l’immagine di un bambino di due anni contro tutte le norme internazionali a tutela del fanciullo e che si vende l’acqua della fontana a 9 euro al litro: non mi sembra ci sia altro da aggiungere.

Codacons chiede le scuse pubbliche di Fedez

La questione però non è finita così. Questa mattina, è arrivata a Fedez una Pec da parte di Codacons che intima il cantante a fare loro delle pubbliche scuse per non andare incontro ad una causa legale.

Fedez ha risposto attraverso le sue Instagram stories, dimostrando di non temere in alcun modo tale minaccia:

https://www.instagram.com/p/B-RtsMBImfh/?utm_source=ig_web_copy_link

Caro Codacons, quando non avevo un euro in tasca non avevo paura di quelli che mi querelavano. Figurati adesso che c’ho qualche soldino in più in tasca! In più in una causa che ho fatto a una persona che mi ha diffamato più volte su internet, il PM ha sostenuto che internet non è un mezzo diffamatorio! Si può dire il c***o che si vuole! Quindi vorrei aggiungere a tutto quello che ho detto in precedenza, caro Codacons, che potete andare a fare in c***o!

Anche questa volta, puntuale è arrivata la risposta del Codacons, che ha confermato l’intenzione di querelare Fedez“A noi ci disgustano e ci dispiace di doverci confrontare con loro, infatti non ci confrontiamo. Oggi ci ha anche mandato a fare in c*lo, ci fa piacere. Ci confronteremo in tribunale, dove stiamo presentando le querele contro questo ignorante che non sa leggere quello che c’è scritto sul sito, ma l’ignoranza non è una colpa. Invito i follower della coppia a seguire il sito del Codacons piuttosto che seguire due imbecilli che vivono in un armadio e sfruttano l’immagine di un bambino di due anni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Drama in Al Passo Con i Kardashian: Kourtney abbandona

Mahmood è un avatar nel nuovo video “Eternantena”