in

Dear Class of 2020: il discorso di Beyoncé è un inno alla diversità

Beyoncé (via Youtube)

Beyoncé ce la sta mettendo veramente tutta per ispirare le future generazioni! Il suo discorso per la cerimonia virtuale Dear Class 2020 ha lasciato tutti senza parole.

Un discorso lungo dieci minuti, dedicato a tutti i diplomati e laureati della classe 2020, voluto niente di meno che dai coniugi Barack e Michelle Obama.

La cantante di Crazy in Love non ha avuto paura di parlare della morte di George Floyd, il doloroso evento che ha dato inizio a tutte le proteste che si sono tenute negli ultimi giorni in ogni parte del mondo.

La cantante non ha avuto paura nemmeno di parlare di quanto radicati siano razzismo, sessismo e omofobia nella società in cui viviamo, apparentemente così perfetta. Beyoncé ha poi espresso grande fiducia nei giovani di oggi perché è proprio da loro che partirà il cambiamento.

Beyoncé e Black Lives Matter: “Mostrare la bellezza delle persone nere al resto del mondo…”

Le uccisioni di George Floyd, Ahmaud Arbery, Breonna Taylor e molti altri ci hanno lasciato a pezzi. Hanno lasciato l’intero paese alla ricerca di risposte. Abbiamo visto che i nostri cuori uniti, quando spinti a compiere un’azione positiva, possono avviare il cambiamento. Il vero cambiamento è iniziato con voi, questa nuova generazione di diplomati e laureati che celebriamo oggi. […] So quanto sia difficile uscire e scommettere su voi stessi. C’è stata una svolta fondamentale nella mia vita, quando ho scelto di creare la mia società molti anni fa. Ho dovuto convincermi di essere pronta e i miei genitori e mentori mi hanno fornito gli strumenti di cui avevo bisogno per avere successo, ma è stato ugualmente terrificante. Il settore dell’intrattenimento è ancora molto sessista, è ancora dominato dagli uomini, e come donna non ho visto abbastanza modelli femminili.

La maggior parte dei migliori artisti e uomini d’affari, nonostante fossero altamente qualificati o talentuosi, sono stati scartati da ruoli di rilievo perché erano donne o persone di colore. E sono molto orgogliosa di aver offerto loro un posto. Uno dei principali obiettivi della mia arte da diverso tempo è stato quello di mostrare la bellezza delle persone nere al resto del mondo, la nostra storia, la profondità e il valore della vita delle persone nere.

Un inno alla diversità: “La vostra omosessualità è bella, essere neri è bello…”

A tutte le giovani donne, le nostre future leader, siate ben consce del fatto che state per cambiare il mondo. Vi vedo. Siete tutto ciò di cui il mondo ha bisogno. Fate muovere queste forze. Siate eccellenti. E a tutti i giovani re, affidatevi alla vostra vulnerabilità e ridefinite il concetto di mascolinità. Guidate con il cuore. Ci sono tantissimi modi di essere geniali. Sono convinta del fatto che ciascuno di noi sia nato con un dono insito e magistrale. Non lasciate che nessuno vi dica che dovete apparire in un certo modo per essere geniali. E no, non dovete parlare in un certo modo per essere geniali. Voi dovete condividere il vostro dono su tutto il pianeta in un modo che sia autenticamente vostro.

A tutti coloro che si sentono diversi: se fate parte di un gruppo che si ritiene “altro”, un gruppo che non ha la possibilità di essere al centro della scena, costruite il vostro palcoscenico personale e fatevi notare. La vostra omosessualità è bella, l’essere neri è bello, la vostra compassione è bella, la vostra comprensione, la vostra lotta per le persone che potrebbero essere diverse da voi sono belle. Spero che andrete nel mondo a dimostrare che non smetterete mai di essere voi stessi, ora è il vostro momento. Fatelo vedere. Ora, se siete mai stati chiamati stupidi, poco attraenti, sovrappeso, indegni, senza talento, beh, è successo anche a me. Qualunque cosa facciate, non lasciate che la negatività delle persone che proiettano i propri dubbi su di voi scoraggino la vostra concentrazione.

ig: @/martinafvsco

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Barbara D’Urso perdona Taylor Mega e le truffe social

JK Rowling sotto attacco: le reazioni delle celebrità al tweet “transfobico” della scrittrice