in

Ellen DeGeneres risponde alle accuse: “Mi prendo le mie responsabilità”

Ellen DeGeneres
Ellen DeGeneres

Ellen DeGeneres si è scusata con lo staff del suo show, assicurando cambiamenti nell’immediato futuro.

Tutto è iniziato a metà luglio, quando un articolo pubblicato su BuzzFeed aveva svelato episodi di razzismo e abusi nel backstage del The Ellen Show.

Non tutte le denunce sono state ancora verificate, perciò la casa di produzione Warner Bros. Television ha deciso di aprire un’indagine interna.

Fino ad ora solo i produttori esecutivi Ed Glavin, Mary Connelly e Andy Lassner avevano replicato, impegnandosi a migliorare.

Le scuse di Ellen

Dopo le accuse di razzismo e clima tossico nel suo show, la 62enne ha quindi deciso di inviare una lettera di scuse al suo staff:

In occasione del primo giorno di lavoro al nostro show ho detto che The Ellen DeGeneres Show sarebbe stato un luogo all’insegna della felicità: nessuno avrebbe mai alzato la voce e tutti sarebbero stati trattati con rispetto. Ovviamente qualcosa è cambiato. E per questo, vi chiesto scusa. Chiunque mi conosca sa che si tratta di qualcosa in totale opposizione rispetto a ciò in cui credo e in cui ho sperato per il nostro show. Non avrei potuto avere il successo che ho avuto senza il vostro contributo“.

Sto inoltre scoprendo che le persone che lavorano con me e per me stanno parlando a mio nome e rappresentando in modo errato chi sono e questo deve finire. Sono stata giudicata e ho quasi perso tutto semplicemente per essere chi sono. Capisco realmente e ho una profonda compassione nei confronti di chi viene guardato in modo diverso o trattato in modo ingiusto, non equo, o ancora peggio non viene considerato. Pensare che qualcuno di voi si sia sentito in quel modo per me è orribile

Ci è voluto troppo tempo, ma finalmente stiamo parlando di equità e giustizia. Dobbiamo tutti essere più attenti per quanto riguarda il modo in cui le nostre parole e azioni hanno delle conseguenze sugli altri e sono felice di essere stata informata dei problemi del mio show. Prometto di fare la mia parte nel continuare a spingere me stessa e chi è intorno a me a imparare e crescere. Per me e per Warner Bros è importante che tutti coloro che hanno qualcosa da dire possano farlo e si sentano al sicuro nel farlo.

Sono così orgogliosa del lavoro che facciamo e del divertimento e della gioia che contribuiamo a diffondere nel mondo. Voglio che tutti a casa amino il nostro show e voglio che tutte le persone che lo realizzano amino farlo. Ripeto, sono così dispiaciuta nei confronti di chi non ha avuto quell’esperienza. Se non fosse stato per il COVID avrei detto queste cose di persona e non vedo l’ora di ritornare nel nostro studio e vedervi tutti lì“.

Le scuse di Ellen però non sono servite a far calmare le acque. Un nuovo articolo pubblicato su BuzzFeed afferma che “secondo decine di uomini e donne che lavorano dietro le quinte, l’ufficio è un luogo in cui le molestie sessuali e la cattiva condotta da parte dei produttori esecutivi dilagano”. La Warner Bros. non ha replicato a queste accuse specifiche ma ha rilasciato un nuovo comunicato dopo aver avviato una indagine interna:

“Era importante sia per Warner Bros. che per Ellen che fosse possibile ascoltare quante più persone possibili legate al programma. L’Ellen DeGeneres Show è, e ha sempre cercato di essere, un luogo che porta positività al mondo. E sebbene non tutte le accuse siano state confermate, siamo delusi dal fatto che i principali risultati dell’indagine abbiano indicato alcune carenze legate alla gestione quotidiana dello spettacolo. Abbiamo identificato diverse modifiche del personale, insieme a misure adeguate per affrontare le questioni sollevate e stiamo compiendo i primi passi per attuarle.

Instagram/ @annalisabiasi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Gennaro Lillio Ema Kovac

Gennaro Lillio ed Ema Kovac: relazione confermata?

Cara Delevingne e Kaia Gerber sempre più vicine