in

Kim Kardashian si è sottoposta a 5 operazioni dopo il parto di North

Kim Kardashian ha parlato dei suoi problemi durante le gravidanze e della fertilità, condividendo anche la sua esperienza con la fecondazione in vitro. Ha rivelato poi di essersi sottoposta a ben cinque interventi chirurgici per riparare il danno interno che ha avuto durante il parto di North.

E’ noto a tutti che la 39enne e il marito Kanye West abbiano quattro figli: NorthSaint, ChicagoPsalm West, ma Kim Kardashian ha dato alla luce solo i due figli più grandi (avendo avuto diversi problemi) e i due più piccoli sono nati da madri surrogate.

Nel video di Instagram pubblicato giovedì, mentre indossa il suo capo della sua linea di SKIMS, Kim Kardashian parla del suo problema alla placenta mentre era incinta della figlia North.

Questo problema della placenta si verifica quando l’organo non fuoriesce al momento del parto, poiché si è attaccato alle pareti muscolari dell’utero anziché al rivestimento delle pareti uterine. Si tratta della cosiddetta placenta accreta. Spesso questo provoca gravi emorragie e/o, successivamente, lesioni e tessuto cicatriziale all’interno dell’utero, che può causare infertilità se non rimosso chirurgicamente.

“Ho dovuto fare cinque diverse operazioni in un anno e mezzo per riparare il problema alla placenta”, ha rilevato Kim nel suo video su Instagram.

kim kardashian and kanye west

Nel 2015, mesi prima di dare alla luce Saint, Kim disse alla rivista C che aveva “un paio di piccole operazioni da fare per il problema alla placenta”. Rivela dopo la nascita del figlio di aver avuto lo stesso problema che con la primogenita.

Mentre la sua gravidanza di North era inaspettata, la seconda gravidanza si fece aspettare a causa di problemi di fertilità.

“Dopo la nascita di mia figlia, ho continuato a congelare i miei ovuli e grazie a questo, sono rimasta incinta di Saint”, dice Kim nel suo video condiviso su Instagram.

Durante le due gravidanze, Kim ha sofferto di preeclampsia, nota anche gestosi,una rara complicanza caratterizzata da ipertensione e gonfiore. Se non trattato, può portare a insufficienza epatica o renale per la madre e basso peso alla nascita per il bambino a causa della mancanza di nutrienti che raggiungono la placenta.

“L’unico modo per risolvere il problema è partorire. Mi hanno indotto il parto alla 34esima settimana. North pensava un chilo e otto grammi. Erano 6 settimane prima del previsto.”

kim kardashian e kanye west

Le gravidanze difficili e ad alto rischio di Kim, e le raccomandazioni del medico, hanno portato lei e Kanye a decidere di usare il metodo della maternità surrogata per avere altri figli, così desiderati dalla coppia. Hanno scelto due diverse madri surrogate. Alle due donne sono stati impiantati nell’utero gli spermatozoi e gli ovuli della giovane coppia. Le gravidanze sono andate nel migliore dei modi e la coppia ha avuto Chicago e Psalm West.

“Sono così grata per i miei bellissimi bambini, non importa se non li ho partoriti io ma sono davvero grata per la mia famiglia. Sono cresciuta con tanti fratelli. Mi è sempre piaciuto stare in un grande famiglia. Avrei voluto partorirli io ma non ho potuto. Va bene lo stesso.”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0
Sabrina e Nicola, Ilaria e Massimo, Cristina e David (web)

Temptation Island: lite sui social tra ex partecipanti, coinvolte anche suocere varie

Diana Del Bufalo e l’addio pubblico a Paolo Ruffini