in

Chiara Ferragni accusata di razzismo da Louis Pisano: la playlist della discordia

Chiara Ferragni Louis Pisano

Louis Pisano torna ad attaccare nuovamente i Ferragnez. Dopo aver accusato Fedez e la nonna Luciana di razzismo, adesso è la volta di Chiara.

Il motivo della polemica ha a che vedere con una playlist su Spotify che sembrerebbe appartenere proprio alla Ferragni. Il problema della playlist sta nel suo titolo, che presenta un termine a sfondo razzista.

Si tratta del termine n*gga, ovvero ne*ro, tipico della cultura afroamericana che, se usato da persone bianche, assume una connotazione negativa e altamente dispregiativa.

Questo non poteva di certo passare inosservato e Louis Pisano ha attaccato duramente Chiara attraverso una lunga serie di Instagram stories. Un altro problema di questa playlist sta nel fatto che, sotto al termine n*gga, siano raggruppati una serie di artisti molto diversi, accomunati dal semplice fatto di essere neri

La playlist “hey n*gga” di Chiara Ferragni include tutto il necessario per le ragazze bianche che vogliono sentirsi ragazze del ghetto, da Kanye West, Drake e 2 Chainz; ma ci sono anche The Supremes e Philipp Bailey degli Earth, Wind and Fire. Perché niente suona più neg*o della musica gospel, soul e R’n’B.

Le Supremes non hanno lottato per l’affermazione dei diritti civili per assecondare il vacuo consumismo da parte di alcune ragazze bianche e per essere raggruppate nella categoria dei ne*ri, sì, Chiara Ferragni, sto parlando proprio di te!

Pisano ha anche attaccato Chiara per essersi seduta accanto a Naomi Campbell in Making The Cut, il programma di Prime Video in cui Chiara è uno dei giudici: “Ti sei voluta sedere accanto a Naomi e poi stai lì a raggruppare tutti gli artisti neri in una playlist che hai intitolato con un termine razzista”, ha scritto.

Solo perché tuo marito sta vivendo la fantasia del rapper bianco, non significa che tu sia in diritto di usare la parole n*gga. Presumo che, dal momento che sei l’influencer più famosa del mondo, viaggi molto e hai una casa a LA, tu, Chiara sappia perfettamente che ci sono delle parole che non dovrebbero mai uscire dalla bocca di una donna bianca.

Ma Chiara Ferragni non è l’unica: la community delle influencer italiane è davvero anti-black?

Louis ha attaccato anche una collega di Chiara, ovvero Chiara Biasi, la quale ha commesso lo stesso errore dell’amica.

Al momento sembra che, dopo le storie dello scrittore, la Ferragni si sia semplicemente limitata a cambiare il titolo della sua playlist, cancellando la parola “n*gga” e lasciando solo la parola “hey“.

Staremo a vedere se ci saranno poi delle scuse da parte dell’influencer. Pisano ha concluso questa serie di stories affermando che la community delle influencer italiane è anti-black. È veramente così?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Madonna positiva al Covid-19: “Ho sviluppato gli anticorpi”

Justin Bieber e Ariana Grande annunciano il singolo “Stuck With U”