in

Ellen DeGeneres, spuntano nuove accuse: già scelto il sostituto?

Ellen DeGeneres
Ellen DeGeneres

Ellen DeGeneres continua ad essere al centro di una bufera mediatica di grande, grandissima portata.

Solo pochi giorni fa, era apparsa la notizia che voleva la DeGeneres pronta ad abbandonare il timone del The Ellen DeGeneres Show. Al suo posto sarebbe subentrato un altro famoso presentatore, James Corden, molto apprezzato dal pubblico americano e non solo.

James Corden

Altre voci di corridoio volevano Ellen fermamente intenzionata ad andarsene, abbandonando il programma che l’ha resa famosa al grande pubblico da tempo immemore.

Oggi, invece, spunta una nuova “interessante” accusa nei confronti della DeGeneres, anche questa volta riguardante il clima di lavoro particolarmente teso da lei promosso nel dietro le quinte del suo show.

Ellen DeGeneres: una ex collaboratrice l’accusa (17 anni dopo)

Hedda Muskat, una ex collaboratrice del famoso show statunitense, si è aggiunta al coro di voci di denuncia circa l’ambiente lavorativo tossico promosso da Ellen DeGeneres e dai produttori esecutivi del programma.

La Muskat ha rivelato a The Wrap che iniziò a lavorare per il The Ellen DeGeneres Show nel 2003 quando il progetto era ancora in fase di sviluppo. Sin da subito, la donna si rese conto del clima di lavoro particolarmente difficile in cui si era ritrovata a lavorare. Un clima in cui fortemente radicata era (e probabilmente è ancora) la “cultura della paura”, come la stessa Muskat la definisce.

Le accuse della ex collaboratrice tuttavia non si esauriscono solo nei confronti della DeGeneres. Nella denuncia mediatica portata avanti da Hedda è stato infatti coinvolto anche uno dei produttori esecutivi del programma, Ed Glavin. La Muskat ha ricordato in particolare un episodio in cui Glavin avrebbe letteralmente urlato contro un dipendente. Circostanza in cui Ellen DeGeneres “non mosse un dito, non lo rimproverò ma addirittura ridacchiò”, come si può leggere sul portale JustJared.

«Incrociò le gambe sulla sedia e disse: “Beh, immagino che ogni produzione abbia bisogno del proprio cane da guardia”», ha riportato Hedda a The Wrap. «E da allora lo sapevamo. Ed sarebbe diventato il cane che abbaia, il suo cane […] Siamo professionisti, siamo adulti. Non abbiamo bisogno di un cane da guardia che ci faccia fare il nostro lavoro. Era l’unica a ridere».

Hedda venne poi licenziata poco tempo dopo, nel 2004, poichè “lo spettacolo stava dirigendosi verso un’altra direzione” e non si aveva più necessità delle sue prestazioni.

Per chi le ha chiesto, in conclusione, cosa ne pensasse delle scuse che la DeGeneres ha rivolto pubblicamente al proprio staff, la Muskat ha replicato: «Questo non farà differenza. Perché lei è quello che è».

Instagram/@monicasanclare

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
Andrea Iannone Cristina Buccino

È finita tra Andrea Iannone e Cristina Buccino?

“Giulia De Lellis e Andrea Damante si sono lasciati”: ecco quale sarebbe il motivo dell’ultima crisi