in ,

Emma Marrone: “Niente interviste a Paesi omofobi”, ma un vecchio video dell’Eurovision la smentisce

Emma Marrone
Emma Marrone

Emma Marrone si è tolta qualche sassolino dalla scarpa riguardo la sua sfortunata partecipazione all’Eurovision, ma un video di 7 anni fa sembrerebbe smentirla.

Dopo il trionfo dei Maneskin, la cantante ha ricordato la sua esperienza al festival e lo ha fatto dietro le quinte della data zero del suo tour Fortuna Live 2021. Durante l’intervista rilasciata al Corriere della Sera, la Marrone ha raccontato di come anche lei nel lontano 2014 avesse gareggiato con una canzone rock, ma il riscontro della critica era stato decisamente meno entusiasta.

All’epoca infatti, più che sulla sua performance canora, i commenti avevano riguardato il suo look, a differenza di quanto accaduto con Damiano dei Maneskin. Secondo la 37enne ciò sarebbe accaduto a causa di un sessismo ancora troppo radicato. Queste le sue parole:

Non sto a contare i pregiudizi subiti, ho imparato a fregarmene. A volte ero troppo avanti e non sono stata capita. Invece che essere sostenuta perché avevo portato un pezzo rock come ‘La mia città’, un atteggiamento non da classica cantante pop italiana che punta sulla voce o sulla femminilità, venni massacrata: si parlò solo degli shorts d’oro che spuntavano sotto l’abito e delle mie movenze. Ora che Damiano si presenta a torso nudo e con i tacchi a spillo va bene: è evidente che c’è sessismo

Emma Marrone: “Niente interviste con Paesi omofobi”, ma un vecchio video la smentisce

Come se non bastasse, la Marrone sostiene che la sua decisione di non rilasciare interviste a paesi omofobi l’avrebbe svantaggiata nella competizione. Questa sua scelta, infatti, l’avrebbe messa in cattiva luce agli occhi delle giurie straniere, relegandola così al 21esimo posto. Eppure qualcosa non torna.

Non feci interviste con Paesi omofobi e razzisti e non arrivarono voti da loro

Spulciando su web, infatti, si può facilmente incappare in un’intervista rilasciata nel 2014 da Emma al blog kazako ESCKAZ. Tuttavia, il Kazakistan non si può di certo definire un paese all’avanguardia in tema di diritti per gli omosessuali.

La risposta dell’artista a tutto il chiacchiericcio creatosi attorno alla vicenda? Una story con i sottofondi l’ormai famosa Zitti e Buoni e il seguente messaggio:

Ci risiamo. La solita storia acchiappa like su internet

IG: @veryinutilpeople.it

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0

Giulia De Lellis e Giulia Salemi insieme per il reality “Love Island”: tutti i dettagli

Dua Lipa ringrazia i suoi hater in una diretta Instagram: ecco il motivo