in

The Flash: un membro del cast è stato licenziato

The Flash

Un membro del cast della serie tv The Flash è stato licenziato! Stiamo parlando di Hartley Sawyer (Ralph Dibny/ Elongated Man), membro del cast dal 2017, licenziato a causa di alcuni tweet.

Hartley Sawyer non ritornerà nella settima stagione di The Flash, questo è ciò che hanno dichiarato la CW, i produttori Warner Bros. TV e Berlanti Productions e il produttore esecutivo Eric Wallace.

Con un post su Instagram, Eric Wallance ha voluto dire la sua riguardo la dipartita dell’attore dalla serie:

“Molti di voi hanno appreso che Hartley Sawyer non tornerà per la settima stagione di The Flash. Per quanto riguarda i suoi tweet sui social media, mi hanno spezzato il cuore e fatto impazzire. E sono indicativi del problema più grande nel nostro Paese.”

I tweet in questione contengono un linguaggio razzista e omofobo, inoltre fanno riferimento alla violenza sessuale. Uno dei tweet risale al 2012 in cui l’attore ha scritto “L’unica cosa che mi impedisce di fare tweet leggermente razzisti è la consapevolezza che Al Sharpton non smetterebbe mai di lamentarsi di me“, mentre nel 2014 ha scritto “Mi godo una vista segreta sulle tette a un’audizione oggi.”

Sawyer ha chiesto scusa pubblicamente per il contenuto di questi messaggi:

“Sono incredibilmente dispiaciuto, vergognato e deluso da me stesso per la mia ignoranza di allora. Voglio essere molto chiaro: questo non riflette quello che penso o chi sono ora.”

Grant Gustin (Flash), protagonista e collega dell’attore 35enne, ha commentato la vicenda:

“Non ho molto da aggiungere perché i pensieri di Eric sono stati espressi in modo così eloquente e potente. Dirò che sono rimasto shockato, rattristato e arrabbiato quando ho visto i tweet. Le parole contano.”

L’uscita della serie negli Stati Uniti è prevista per gennaio 2021.

Instagram/@veronicness

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
X Factor quattro giudici svelati

X Factor 2020: svelati i nomi dei quattro giudici

Lodo Guenzi: “Da piccolo mi bullizzavano”