in ,

Megan Fox e le molestie ad Hollywood: ecco la verità su Michael Bay e Steven Spielberg

Megan Fox

Megan Fox sta facendo parlare di sé in questi mesi per via della sua recente relazione con Machine Gun Kelly. Ora però l’attrice ha deciso di dire la sua dopo che molti sui social media hanno iniziato a puntare il dito contro Hollywood. Il motivo? Hollywood non le avrebbe dato l’occasione giusta per esprimere tutto il suo potenziale.

Un’intervista rilasciata nel 2009, in cui Megan Fox parla del suo ruolo in Bad Boys 2 quando aveva 15 anni, è appena diventata virale. Il modo in cui descrive la sua esperienza su set lascia intendere che il regista l’avesse sessualizzata quando era una minorenne. Ci sono anche dei rapporti relativi alla sua audizione per Transformers che stanno facendo il giro del web.

L’attrice 34enne allontanata da Michael Bay dal franchinse di Transformes dopo aver recitato nei primi due capitoli, ha recitato in pochi altri film, quasi tutti dei flop. Poi nel 2013 Megan ebbe un’altra grande opportunità ad Hollywood tornando a lavorare con Michael Bay.

Tuttavia, i fan hanno deciso di puntare il dito contro Bay e Steven Spielberg, rispettivamente registra e produttore esecutivo di Transformers; Megan Fox ha quindi voluto scrivere una lettera per chiarire alcuni punti della sua esperienza ad Hollywood.

La lettera di Megan Fox ai fan

Visualizza questo post su Instagram

May we all continue waking up❤️

Un post condiviso da Megan Fox (@meganfox) in data:

“Avevo circa 15 o 16 anni quando ero una comparsa in Bad Boys II. Ci sono più interviste in cui ho condiviso l’aneddoto di essere scelta per la scena e le conversazioni che hanno avuto luogo attorno ad essa. È importante notare tuttavia che quando ho fatto il provino per Transformers avevo 19 o 20 anni.
Ho “lavorato” (fingendo di sapere come tenere una chiave inglese) su una Ferrari di Michael durante una delle scene dell’audizione. Era al parcheggio dello studio Platinum Dunes, erano presenti molti altri membri del team ed io non ero mai spogliata o cose simili. “

Ha poi aggiunto:

“Per quanto riguarda questa particolare storia del provino non ero minorenne in quel momento e non ero costretto a “lavare” o lavorare sulle auto di qualcuno in un modo estraneo al materiale nella sceneggiatura effettiva.
Per favore ascoltatemi quando vi ringrazio per il vostro supporto. Ma quei casi specifici sono irrilevanti in un lungo e arduo percorso lungo il quale ho avuto a che fare con esperienze veramente strazianti in una Hollywood spietatamente misogina. Ma quando si tratta delle mie esperienze dirette con Michael e Steven per quello che conta, non sono mai stata violentata o vittima di qualcosa che avvertissi come un atteggiamento sessuale.”

L’attrice ha così concluso:

“Sono grata a tutti voi che siete abbastanza coraggiosi da parlare e sono grata a tutti voi che vi state prendendo la responsabilità di sostenere, elevare e portare conforto a coloro che sono stati danneggiati da un violento e tossico paradigma sociale.”

Instagram/@veronicness

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0
Gué Pequeno Ghali

Gué Pequeno giudica il look “da donna” di Ghali e fa infuriare il web

Timothée Chalamet dimentica Lily-Rose Depp con Eiza González