in ,

Britney Spears: la scelta del nuovo tutore legale e l’opinione della madre sull’ex marito

Lynne Spears e Britney Spears
Lynne Spears e Britney Spears

La battaglia legale di Britney Spears contro il padre e la sua tutela legale sta procedendo. Ecco gli ultimi sviluppi sul caso e le parole della madre nei confronti dell’ex marito.

La scelta di un nuovo legale sembra aver sortito l’effetto desiderato. Britney Spears è infatti stata rappresentata per anni da un avvocato d’ufficio, il quale sembra non lavorasse proprio per i suoi interessi. Da poco ha avuto la possibilità di scegliere il suo legale, l’avvocato Mathew Rosengart, che ha iniziato da subito a chiedere la rimozione del padre di Britney, Jamie Spears, dal ruolo di tutore della figlia per abusi nella tutela. L’avvocato Resengart ha inoltre chiesto formalmente in tribunale, su volontà della stessa popstar 39enne, che il suo nuovo tutore sia l’amministratore di sostegno Jason Rubin, con dieci anni di esperienza nel settore. Ecco un estratto della petizione legale, riportata dal sito Hollywoodreporter.com:

“La signora Spears sostiene rispettosamente che la Corte dovrebbe nominare il suo candidato, in quanto è una preferenza obiettivamente intelligente nominare un fiduciario altamente qualificato e professionale in questa circostanza. Inoltre, la signora Spears sostiene rispettosamente che dato il riconoscimento da parte della Corte il 14 luglio 2021 che ha la capacità sufficiente per scegliere il proprio legale, ha anche la capacità sufficiente per fare questa nomina.”

Lynne Spears contro Jamie Spears: “Ha attuato un controllo maniacale su Britney”

Anche la madre di Britney, Lynne Spears, è intervenuta in tribunale sul ruolo di Jamie Spears come tutore legale della figlia. Secondo Lynne, Jamie non avrebbe fatto gli interessi di sua figlia, anzi le avrebbe addirittura fatto assumere su prescrizione medica delle medicine inappropriate. Ecco le parole della madre riportare da Biccy.it:

“Sono intervenuta in questa conservatorship per controllare che tutto fosse fatto negli interessi di mia figlia. Purtroppo non è così. Da quando è Jamie tutore di nostra figlia ha attuato un controllo maniacale sulla sua vita. Jamie si affida ai dipendenti che lavorano per Britney, alle infermiere che frequentano la casa e alla squadra di sicurezza per segnalare ogni passo che Britney fa in casa sua. È faticoso e terrificante, è come vivere in una prigione o in un reality. Jamie ha assunto un medico per curare Britney, ma credo che il dottore le stesse prescrivendo delle medicine inappropriate. Ormai il rapporto tra mia figlia e il padre si è ridotto soltanto a paura e odio. Con i suoi comportamenti Jamie ha rovinato anche il rapporto con i nipoti dopo che ne ha aggredito il più piccolo. Mi è chiaro che James Spears non sia in grado di anteporre gli interessi di mia figlia ai suoi, sia a livello professionale che personale, e che il suo essere e rimanere un tutore del suo patrimonio non è nei migliori interessi di mia figlia.”

La deposizione della madre e le parole dell’avvocato rassicureranno quasi certamente i fan della cantante. Sembra che finalmente Britney sia sulla strada giusta per raggiungere la tanto agognata libertà.

IG: @alessandrolatino

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0

Denis Dosio, il selfie con Matteo Salvini e l’attacco di Gabriele Parpiglia: l’ex gieffino risponde alle critiche ma perde follower

Tu Si Que Vales: Giulia Stabile affiancherà Belen Rodriguez nella conduzione