in

Dayane Mello: “A Fazenda” squalifica Nego do Borel per molestie. Il retroscena e il duro attacco al fratello Juliano Mello di Gabriele Parpiglia

Dayane Mello
Dayane Mello

Il reality brasiliano A Fazenda è finalmente intervenuto su quanto successo a Dayane Mello. Nego do Borel è stato ufficialmente squalificato dal programma, nonostante la produzione non ne fosse particolarmente convinta. Ecco il comunicato e le accuse di Gabriele Parpiglia.

I profili social di A Fazenda hanno diffuso nelle ultime ore un comunicato sul caso Dayane Mello-Nego do Borel. Quest’ultimo è stato ufficialmente squalificato dal programma con le accuse di molestie sessuali e tentato stupro. Fondamentali gli appelli dei fan e degli amici della Mello, i quali hanno più volte chiesto chiarezza e provvedimenti immediati. Una decisione doverosa, ma presa sicuramente in ritardo nonostante la violenza fosse sotto gli occhi di tutti da giorni.

La produzione di A fazenda, prima di prendere questa decisione, ha chiesto dei chiarimenti alla Mello, così come agli altri concorrenti. L’ex gieffina ha inizialmente difeso Nego do Borel, sostenendo che il cantante brasiliano non avesse mai fatto nulla contro la sua volontà. Messa di fronte alla frase “Non posso, ho una figlia” pronunciata due notti fa, Dayane è parsa molto confusa e ha dichiarato di non ricordare tali parole.

Il comunicato di “A Fazenda”

Ecco il comunicato diffuso dai profili social del reality:

“Record TV informa che, dalla mattina di questo sabato (25), sta lavorando a un’attenta indagine in relazione agli eventi di quest’ultima notte nel reality ‘A Fazenda’ che hanno coinvolto Nego do Borel e Dayane Mello. Un team multidisciplinare si è occupato dell’analisi di tutto il materiale registrato, oltre ad aspettare che Dayane e gli altri concorrenti si svegliassero per raccogliere ulteriori elementi, discorsi e testimonianze che potessero supportare la decisione da prendere. Oltre all’assistenza psicologica, Dayane ha sostenuto un colloquio completando gli elementi essenziali per un processo decisionale equo. Alla luce dei fatti, i direttori di Record TV hanno deciso di squalificare Nego do Borel dal concorso. Tutti i dettagli saranno chiariti al pubblico nella puntata di sabato.”

“Squalificato grazie alla pressione del pubblico e degli sponsor”

Una decisione pare presa principalmente grazie alla pressione del web e degli sponsor. Sembra infatti che non tutti i dirigenti dell’emittente televisiva Record TV fossero d’accordo, come diffuso dal portale brasiliano Metropoles e ripreso da Gabriele Parpiglia. L’autore ha poi attaccato sia il fratello di Dayane, Juliano Mello, che il suo ufficio stampa, gestito da Vanessa Tomaz, perché non l’avrebbero tutelata seguendo solo una logica economica. Ecco le parole scritte dal giornalista del settimanale Chi su Instagram:

“Non è una vittoria. Ma una sconfitta. Ho parlato a lungo e fino a poco fa con due colleghi brasiliani mi hanno detto che è stato il martello, martellamento insomma il #web che ha spinto @recordtvoficial nel prendere la decisione di eliminare fuori il mostro @negodoborel mi assicurano che ci saranno anche conseguenze legali (ma ci credo poco). In ogni caso spero che @dayanemelloreal possa aver supporto psicologico e tornare presto da sua figlia. Una triste faccenda. Sappiate una cosa: ognuno di voi che ha lottato a suon di click mostrando la rabbia verso questa mer*a, ha salvato qualcosa di importante. Ognuno di voi oggi è una persona importante. Grazie a tutti voi. Ps: Juliano e Vanessa siete responsabili quando la produzione di questa @afazendarecord di mer*a. Non pensate alla vittoria e ai soldi, salvate e portate via #dayanemello.”

Parla lo staff della Mello

Ecco la reazione pubblicata sui profili social ufficiali della modella brasiliana:

“Giustizia! Estremamente rattristato dal fatto che si sia raggiunto il punto in cui l’integrità fisica di Dayane è stata messa a rischio dal partecipante in questione affinché venisse intrapresa un’azione, ma sollevata di sapere che ciò non accadrà più all’interno del programma. Ora dobbiamo chiedere che sia fatta giustizia qui, non solo per Day, ma per ogni altra donna che è stata abusata.”

Da vittima a colpevole

Nelle ultime ore l’ufficio stampa ha pubblicato una nota con accuse gravissime nei confronti della produzione del programma. La Mello da vittima è stata infatti fatta passare come colpevole, mandando in onda dei filmati non attenenti alla realtà dei fatti. Il tutto sarebbe stato fatto con l’intento di creare una storia d’amore ai fini delle dinamiche del reality. Ecco quanto pubblicato:  

“Nonostante l’espulsione del partecipante che ha messo a rischio l’integrità fisica di Dayane, la produzione ha scelto di colpevolizzarla degli abusi subiti. Il programma ha mostrato una vittima correre di notte dietro all’uomo che l’ha violentata, dando indizi e segni affermativi in modo che lui si sentisse libero di praticare l’atto. Hanno mostrato una narrazione distorta dei fatti, in cui si poneva la vittima di abuso come qualcuno che ha cercato di mettersi in quella situazione, oltre a romanzare tutto quello che era successo. Vendere al pubblico la storia costruita, il programma ha ignorato persino il rapporto di Dayane con un altro partecipante, con il quale ha scambiato diversi baci e nessuno è stato mostrato. Hanno nascosto anche delle parti molto importanti, come lo stato di ubriachezza in cui Dayane si è trovata, avendo anche bisogno dell’aiuto di quattro persone per vestirla, non riuscendo perfino a tenersi in piedi.”

La produzione inoltre avrebbe negato alla modella di confrontarsi con i suoi legali, minacciandola di squalificarla qualora l’avesse fatto. Così continua la nota:

“Varie volte Dayane ha detto basta, che non poteva e non voleva. Non hanno mostrato i discorsi disgustosi del concorrente in cui diceva di aver bisogno di concentrazione per avere un’erezione. Dayane ha parlato con uno psicologo, una sorta di interrogatorio, di fatti di cui non era nemmeno a conoscenza, inclusa la direzione e l’induzione delle sue risposte. Le è stato negato il diritto come vittima di parlare con le autorità e i suoi avvocati su quanto accaduto. L’hanno minacciata di squalificarla qualora l’avesse fatto, andando contro a ogni protocollo e clausola contrattuale.”

https://www.instagram.com/p/CUSsjflJquf/

La reazione degli altri concorrenti

Gli altri concorrenti di A Fazenda, più che stare vicini a Dayane, le avrebbero addirittura dato la colpa di quanto successo, perché in realità consenziente, giustificando poi do Borel perché la Mello lo avrebbe provocato a causa del suo abbigliamento.

https://twitter.com/thehsama/status/1441931083134775296

IG: @alessandrolatino

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0

Gf Vip 6, ancora scontri tra le opinioniste: botta e risposta social tra Adriana Volpe e Sonia Bruganelli (FOTO)

Tutto pronto per Pechino Express 2021: svelati il cast e le novità